Certificazioni di inglese: quali sono, come sceglierle e materiale didattico

In un mondo sempre più “internazionale”, la conoscenza di una o più lingue straniere è divenuta ormai da tempo fattore preferenziale, se non obbligatorio, nel mondo del lavoro, ed anche dello studio universitario o professionalizzante. Scopriamo insieme le varie certificazioni di inglese, cosa sono, come sceglierle a seconda del proprio ambito, ed il materiale didattico utile alla preparazione dei vari esami.

Mentre in precedenza, era infatti sufficiente indicare sul proprio CV i vari livelli di conoscenza di una lingua straniera, e darne prova di abilità in un breve colloquio o test, oggi sono presso che obbligatorie delle certificazioni ufficiali, rilasciate da enti accreditati o universalmente riconosciuti, che appunto certificano la nostra conoscenza della lingua, secondo un quadro di riferimento specifico, e secondo i vari settori ed ambiti richiesti, o dal datore di lavoro, o dall’università, o anche a seconda delle proprie attitudini. Questo facilita di gran lunga il processo di selezione eventuale, ed offre opportunità che vanno dal semplice “abbuono” della lingua straniera come materia universitaria, a stage, corsi di formazioni, tirocini o addirittura incarichi specifici, dei vantaggi assolutamente non indifferenti, in un mondo sempre più concorrenziale ed “internazionale”.

Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue

La lingua straniera per eccellenza, l’inglese, offre innumerevoli certificazioni, ed orientarsi nella scelta di quella più giusta, sta diventando sempre più complesso. Analizziamo le varie possibilità, secondo il QCER, il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue, che semplifica di gran lunga tutto questo meccanismo di esami, certificazioni e quant’altro, e che fa ordine, a seconda dei vari livelli e delle capacità richieste. Di seguito vi riportiamo il diagramma internazionale ed universalmente riconosciuto (in Europa), adattato per tutte le lingue del vecchio continente e per qualsiasi tipologia di esame o test:

 QCER

Come facilmente intuibile, il livello di certificazione A1 è il più basso, e consiste nella comprensione e nell’uso di espressioni quotidiane e frasi basilari. Il livello A2 è sempre elementare, ed individua la capacità dell’utente di comunicare in attività semplici e di abitudine. Il libello B1 è intermedio (basso), ed indica già un minimo grado di conoscenza che potrebbe di per sé essere sufficiente per vivere in un luogo straniero; il livello B2 (intermedio superiore) certifica la capacità dell’utente di comprendere le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti che astratti, e quindi può essere già idoneo, in alcuni casi, per la frequenza di corsi di istruzione superiore o universitari (si tratta del livello medio di un cittadino “inglese” o dello stato estero del caso). Si chiude poi la scala con i livelli di padronanza C1 e C2, quest’ultimo riservato a conoscenze specialistiche per incarichi come le docenze o i lettorati.

L’ente certificatore: l’Università di Cambridge

Per quanto riguarda la lingua inglese, l’ente sicuramente più attivo, famoso e riconosciuto internazionalmente per le certificazioni di lingua, è l’Università di Cambridge, che offre una gamma di certificazioni variegata a seconda delle proprie necessità ed esigenze del caso. Esistono anche altri particolari enti certificatori, come l’Università di Oxford o il Trinity College of London, ma per gli utenti non madrelingua, come nel nostro caso, è proprio Cambridge la scelta più idonea per una certificazione.

Il diagramma di seguito proposto, ricapitola tutte le varie certificazioni offerte da Cambridge, secondo il QCER, la scala di cui vi abbiamo parlato in precedenza, usata come riferimento per le abilità.

Cambridge

Come facilmente intuibile, vi sono diverse certificazioni, anche per diversi ambiti (Legale, Finanziario, Commerciale, Universitario, Generico e quant’altro). Analizziamoli uno ad uno per scoprirne le caratteristiche, e per facilitare la scelta dell’aspirante candidato.

Young Learner: Disposte sulla prima colonna dell’immagine, le certificazioni Young Learner sono dedicate proprio ai più giovani, i bambini. Questi ultimi possono confrontarsi già da subito con la conoscenza dell’inglese e con i vari esami del caso, utili per un percorso di crescita senza precedenti, e per abituarsi già ad un must che per tutta la vita sarà riproposto (prove scritte, colloqui, e quant’altro). Queste certificazioni, molto semplificate, e rivolte ai livelli elementari (A1-A2), consistono in prove di Ascolto, Lettura e Scritto, con tematiche vicine all’età dei candidati, ed appositamente strutturate.

General English e For Schools: Disposte sulla seconda e terza colonna della foto, queste certificazioni generalistiche, sono dedicate a tutti gli studenti o coloro i quali necessitano di una certificazione di livello generale, senza alcuna specificazione. La differenza delle “For Schools” rispetto a quelle normali, consiste solo negli argomenti delle varie prove, vicini al mondo scolastico e studentesco. Per il resto sono esattamente uguali, e partono da un livello A2 (KET), fino ad arrivare al C2 (Proficiency). Le prove della certificazione consistono in Ascolto, Comprensione del testo, Comprensione scritta, Grammatica e Colloquio con tanto di docenti di madrelingua, e la loro tempistica e difficoltà, è regolata a seconda del livello prescelto, secondo il Quadro Europeo. Per le prove più avanzate, i vari esami sono disposti su più giornate, proprio perché ogni singola sezione della certificazione è molto lunga e complessa.

Business, Legal, Financial: Dislocate al centro della nostra immagine di riferimento, queste certificazioni sono appositamente studiate ed offerte per degli specialisti del mercato, per esperti di legge e per i lavoratori in ambito commerciale. I contenuti delle prove sono appositamente attinenti all’ambito di interesse, in particolare il diritto internazionale per la categoria “Legal”, il mercato finanziario per la categoria “Financial”, ed il commercio per la categoria “Business”. E’ evidente che un avvocato che desidera certificare le proprie conoscenze di inglese per lavorare all’estero, dovrà scegliere proprio questa certificazione, rispetto a quelle generalistiche, o rivolte agli studenti.

BULATS: Questa particolare certificazione, disposta sulla penultima colonna della nostra immagine precedente, è rivolta a coloro i quali necessitano di certificare strumenti di benchmarking, formazione e valutazione linguistica per i luoghi di lavoro. Le varie prove ed i punteggi differiscono dalle certificazioni standard; si tratta comunque di un particolare ambito da certificare molto ristretto e di nicchia, che solitamente viene richiesto direttamente da aziende e datori di lavoro. Ciò non toglie che ci si può comunque confrontare senza alcun problema, anche con questo tipo particolare di esame.

IELTS: Presente nell’ultima colonna del nostro grafico, questa certificazione è rivolta esclusivamente al mondo Accademico, Universitario e migratorio. Chi vuole frequentare un corso di laurea in un paese anglosassone, deve necessariamente confrontarsi con questa certificazione; a seconda del punteggio ottenuto, si potrà così “saltare” eventuale esame di ammissione o di lingua. E’ valida e molto richiesta anche in Australia, Nuova Zelanda e paesi del Commonwealth, ed a volte viene accettata anche in Europa, in Canada e negli USA. L’IELTS viene richiesto anche a chi effettua richiesta di cittadinanza o permesso di soggiorno.

TOEFL: Proprio per gli Stati Uniti d’America, questa è la certificazione principale richiesta da Università e College per l’accesso. Si tratta, insieme all’IELTS, della certificazione in assoluto più diffusa. E’ rilasciata dall’ETS, e segue regole diverse da Cambridge per l’assegnazione del punteggio e in merito alle prove d’esame. I contenuti sono appositamente studiati per riprodurre le peculiarità della lingua americana, dello slang caratteristico e delle differenze dall’ordinario inglese. Di seguito vi riportiamo una tabella di corrispondenza approssimativamente con le altre certificazioni di cui vi abbiamo parlato:

Toefl

Sono presenti altri parametri di riferimento, come le certificazioni Trinity College London, un altro Examinations Board (Ente Certificatore) britannico, più utilizzato dai madrelingua che dagli stranieri, come nel nostro caso.

Per maggiori dettagli sulle prove, centri e date d’esame, tempistiche e quant’altro, vi rimandiamo ai seguenti link:

Cambridge.org – Sezione esami e certificazioni

ETS.org – Certificazione TOEFL (pagine in inglese)

TrinityCollege.it – Sito ufficiale

Materiale Didattico

Per sostenere e passare ogni certificazione, è ovviamente fondamentale prepararsi. Il materiale didattico disponibile è molteplice. Quello che vi consigliamo, per esperienza personale, è di acquistare delle prove di simulazione dei vari esami, spesso raccolte in fascicoli, con tanto di soluzioni. In questo modo si sarà pronti ad affrontare ogni test proposto, conoscendo già le varie modalità ed il meccanismo generale del tutto.

Abbinati a questi testi, disponibili direttamente nei siti ufficiali, o acquistabili anche online, è fondamentale la pratica. Per l’ascolto, consigliamo vivamente di vedere la BBC International in televisione, ascoltare radio inglesi, documentari e film. Per quel che riguarda la comprensione scritta, il sito della BBC è un’ottima fonte, e contiene innumerevoli articoli, diversificati e spesso attinenti anche al materiale proposto nei vari test. Saggi, romanzi e libri di testo in inglese, potranno ovviamente aiutare di gran lunga questo processo, anche per quel che riguarda la comprensione del testo in particolare. Per lo scritto, bisogna purtroppo esercitarsi manualmente, cercando di far correggere i propri elaborati o a chi conosce la lingua o a un docente; docente che allo stesso tempo si rivela indispensabile per la prova orale, per il colloquio insomma, da sostenere in toto in lingua inglese.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.