Papercraft: modellismo a costo (quasi) zero.

Volvo 240 papercraft

Il modellismo, si sa, è un hobby che può diventare piuttosto costoso: i kit di qualità disponibili nei negozi in genere sono tutt’altro che economici, ma se volete provare qualcosa di nuovo e realizzare splendidi modelli senza spendere nulla o quasi vi invito a provare con il papercraft:

Papercraft, o pepakura, è un metodo per creare oggetti tridimensionali con la carta, simile all’arte degli origami. Papercraft differisce dagli origami in quanto il prodotto finale è generalmente ottenuto da modelli ritagliati con le forbici, piegati ed incollati. Il “Papercraft” è non meno facile degli orgami, l’ arte è molto simile allo sviluppo dei solidi.

In rete si trovano tantissimi modelli pronti da scaricare, stampare, ritagliare e infine assemblare, lavoro da fare con molto pazienza e precisione.

Prima di realizzare modelli come il castello di Neuschwanstein nella foto qui sopra dovrete acquisire una certa pratica (comunque trovate il progetto scaricabile qui).

Per cominciare è meglio cimentarsi con una versione semplificata di papercraft, basata su un numero ridotto di poligoni che danno comunque vita a realizzazioni molto evocative, pur senza la ricca complessità dei modelli più avanzati.

Papercraft: guida per iniziare, dalla scelta dei materiali alla stampa e assemblaggio del modello

Questa guida ci aiuterà a muovere i primi passi nello straordinario mondo dei papercraft: come scoprirete cercando i progetti sul web non si tratta affatto di un passatempo per bambini, ma di una sofisticata forma di modellismo che coinvolge moltissime persone in tutto il mondo.

1I modelli in stile cubecraft sono i più semplici da realizzare e i risultati sono comunque molto interessanti, soprattutto per realizzare personaggi. Per iniziare abbiamo scelto questo modello di Mickey Mouse: come potete vedere già dal progetto non sono richiesti tagli di alta precisione e anche un neofita in poco tempo può costruire il suo Mickey Mouse.  
2Procuriamoci ora la carta adatta: l\'ideale sarebbe il cartoncino, ma questo materiale spesso non è adatto alle nostre stampanti domestiche. Evitiamo comunque carta troppo leggera: verificate che formati supporta la vostra stampante, se possibile scegliete un cartoncino leggero da 160 gr, oppure normali fogli da disegno da 100 gr. (invece con la normale carta da 80 gr. lavorare è ovviamente molto più difficile).
3Il progetto che avete scaricato (vedi punto 1) e salvato nel vostro PC naturalmente va stampato: vi chiederete se la stampante che avete in casa può andare bene... Ebbene, per ottenere i migliori risultati conviene utilizzare una buona stampante a laser a colori, ma anche le comuni ink-jet domestiche sono più che sufficienti per cominciare
4Per ottenere risultati decenti è bene scegliere con attenzione anche la colla: in realtà la più consigliata è la famosa Coccoina, ma in realtà, per un progetto semplice come questo, potete usare la normale colla stick (Pritt per intenderci) che forse avrete già in casa. Sconsigliate invece colle viniliche tipo Vinavil o simili: in alcuni casi sono utili, ma al nostro livello di neofiti meglio lasciar perdere.
5Per tagliare il progetto di questa guida, naturalmente, vanno benissimo delle comuni forbici da carta e un taglierino, anche se alcune parti possono comunque essere insidiose per un principiante. Siccome siamo affascinati dalla cultura dei maker, che aggiunge nuovo linfa tecnologica alle vecchie tecniche artigianali, non possiamo non parlare di GRAPHTEC CRAFT ROBO SILHOUETTE, uno strumento fantastico che permette agli appassionati di papercraft la realizzazione di modelli complessi e perfetti. Questa stampante per i papercraft (in realtà è un plotter da taglio che può avere anche molti altri usi), svolgerà per voi il lavoro più delicato, ovvero tagliare con estrema precisione i modelli stampati su carta. La GRAPHTEC CRAFT ROBO SILHOUETTE non si trova facilmente nei negozi, ma si può acquistare su Ebay al prezzo di circa 300 euro, non eccessivo se consideriamo le caratteristiche di questo strumento (ne parleremo ancora in un prossimo articolo).
6Una volta ritagliato il tutto si tratta di piegare e incollare per dare forma al nostro modello: in questo caso l\'operazione è abbastanza intuitiva, ma lo stesso si rischiano pasticci e sbavature... una volta acquisita esperienza si potrà puntare a realizzare un modello come quello della foto!

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.